venerdì 15 gennaio 2010

Per le scettiche amiche di Ravelry...

Le parole possono essere smentite, le prove documentate no! A parte la postura da gobbo di notredame che assumo mentre lavoro a maglia, sicuramente frutto dell'altissima concentrazione, ecco le prove dello sferruzzamento e il campione finito. Altro che Russell... E poi, dopo l'articolo apparso su "il Giornale" della settimana scorsa a cura di Elena Gaiardoni tutto dedicato "all'uomo che incrocia i ferri" non potevo esimermi ... Marelli, descritto come "Il Guru tricolore" e poi... si parla di blog dedicati, da ferriegomitoli a maglia.blogspot.com .

Devo dire che i Marelli hanno un metodo di insegnamento a prova di inetto, facile facile. Invidio chi patecipa ai loro corsi, che vanno da quelli base a dei veri e propri master; la ciliegina sulla torta è il modello esclusivo che disegnano per le partecipanti e il fatto che durante le lezioni si lavori su di un capo veramente unico. Da qualche parte, su leiweb, ci sono i loro tutorial.

ps: il mio lavoro è quello grigio sui ferri, quello bianco e beige è un collo che mi ha regalato e che ha lavorato solo per me:) E' in DANTE e io lo metto a mo' di cappello rasta ...dei capelli che furono... tiene le orecchie caldecalde.

17 commenti:

  1. Dai Alba, sei tutte noi!
    Veruska

    RispondiElimina
  2. e bravo!!!!! però rilassa le spalle sennò ti viene una contrattura! ; )

    RispondiElimina
  3. ipotizzo:
    ... era la tensione dovuta a cotanto maestro...
    ... sono sempre stato gobbo e non me ne sono mai accorto...
    ... è un effetto ottico, sono alto bello e biondo...
    ... quello che si dice in giro , che la maglia rilassi, è solo leggenda...

    RispondiElimina
  4. Non è una leggenda che la maglia rilassi! Rilassa tantissimo... è solo che tenere il ferro sotto l'ascella rilassa un po' meno di altri metodi. :-)
    Dai che ce la puoi fare. Un abbraccio da Roma,
    Alice

    RispondiElimina
  5. Prossima frontiera: circolari! O-o

    RispondiElimina
  6. Mi piacerebbe sentire cosa dicono le tue spalle, una volta finito un maglione o un bel cappotto...
    Rilassale, se no non ti raddrizzi più...
    I ferri circolari sono un mito, li ho appena scoperti e ho messo in soffitta quelli dritti... Provare per credere.
    Elena

    RispondiElimina
  7. a questo punto io potrei tentare con mio marito...

    RispondiElimina
  8. dai che poi facciamo a gara io e lui...

    RispondiElimina
  9. Ciao, approfitto di questo spazio per una domanda: sul blog di Valentina (http://lacasadellefate-vale.blogspot.com) ho visto fotografato un gomitolo di lana Piura. In che colori è disponibile? E con che ferri si lavora? Grazie. Elena

    RispondiElimina
  10. Bravo Alberto!!
    L'uomo che knitta ha un certo fascino, devo dire, magari un po' più di relax é consigliato...soprattutto per le tue povere spalle!
    Grande!!
    Vale

    RispondiElimina
  11. @ Elena. Per i colori guarda sotto, c'è un post con le cartelle (http://kniteasyblog.blogspot.com/2009/12/filitaly-lab-piura-brusched.html), mentre per i ferri 4 - 4,5, ma con questo tipo di filati credo dipenda molto dal tipo di progetto; oppure uncinetto 3,25 mm / 3,75 mm. Sul blog di Vale se non ricordo male c'è anche il progetto LUNA MOTH.

    RispondiElimina
  12. @ Vale. ... a saperla prima la storia del fascino... certo che riguardando le foto ho davvero una posizione poco rilassata... mi allenerò di più!

    RispondiElimina